Libri

I rimedi floreali del dottor Bach possono essere letti ed approfonditi attraverso le segnature delle forze planetarie che li plasmano, in primis dalla Luna, il cui ciclo influenza la nostra energia e quella dei Fiori a seconda delle diverse fasi che sta attraversando.

Ogni creatura vegetale scoperta dal dottor Bach racchiude in sé un potente modello o archetipo esistenziale e rappresenta l’espressione più diretta e conosciuta dell’antichissima arte erboristico-astrologica.

Il libro si propone di evidenziarne gli aspetti più significativi sulla base di antiche conoscenze quali le segnature planetarie, mitologiche ed astrologiche.

Possiamo ritrovare nelle creature vegetali analogie con le caratterizzazioni emotive-comportamentali delle divinità dell’Olimpo: come non riconoscere una splendida Water Violet in Estia, la dea del focolare domestico, riservata, autonoma, indipendente, oppure Wild Rose nella bella Afrodite, la quintessenza della femminilità o ancora l’archetipo di Vine in Zeus stesso?

Inoltre la riscoperta della dea Luna ci porta a comprendere il femminile nei suoi molteplici aspetti, nel suo essere eternamente fonte, eternamente una ed eternamente fertile.

Cambia la Luna lo si può considerare il seguito de I Fiori del Risveglio in cui si erano già evidenziate le analogie di base tra i rimedi floreali e le 5 Leggi Biologiche scoperte dal dottor Hamer, e nel contempo il primo libro della trilogia Cambia la Luna - Le Ali della Libertà - Come in Cielo così in Terra.

Con i Fiori del Risveglio si intende un approccio innovativo nei confronti delle cosiddette malattie e del malato.

La Natura ha provveduto meglio di qualsivoglia medicina o intervento attribuendo a noi stessi il potere trasformativo delle nostre esperienze traumatiche in esperienze di crescita e guarigione.

I rimedi floreali, come qualsiasi altro aiuto dall’esterno, non possono essere che degli intermediari fra noi e le forze guaritrici della Natura stessa.

L’essenza del fiore, la sua energia, ci può aiutare a risolvere il conflitto che sta alla base dei processi organici attivati, accompagnando il suo decorso sintomatico.

Le Cinque Leggi Biologiche scoperte dal dottor Hamer sono state ormai verificate da medici e terapeuti di mezza Europa, ma anche e soprattutto da persone normali, sempre più desiderose di conoscenza.

Ogni volta si sono rivelate esatte e riproducibili. Non più malattie e malati, ma processi sensati in atto.

I Fiori di Bach diventano nelle nostre mani degli strumenti di sostegno e di un vero e proprio risveglio interiore.

 

 

 

 

 

 

 

Che cos'hanno in comune una valigia rossa,un trolley blu, una sveglia, un mappamondo, un libro? Ognuno di loro ha una storia da raccontare in modo leggero e soave, che arriva a noi accarezzandoci l'anima..

Prefazione di Paolo Tentori:

"Una sveglia, una valigia: strumenti quotidiani che si mettono a parlare e all'improvviso ti accorgi che dialogano con una parte di te. I racconti di Michela mi riportano al “Bumeran” del protagonista del romanzo di Erri de Luca: Montedidio. Ti aspetti che da un momento all'altro un “Rafaniello” stenda le ali e prenda il volo e così il miracolo si avveri... Sembrano racconti lievi, e la padronanza dello strumento scritturale da parte dell'autrice te li fanno gustare con leggerezza ma sotto c'è la maturità dell'esperienza vissuta simile a quella raccontata da Ante Zemliar nelle sue poesie. Sono racconti visivi, più adatti ad una sceneggiatura che a un libro o almeno a me fanno questa impressione: leggendo vedo quadri di vita, prospettive figurate, scatti d'interno con persone in dialogo. La scrittura che altri ti presentano è questione di pelle: ti può piacere o no, come tante altre cose che ti capitano nella vita. Per quel che mi riguarda i racconti di Michela ogni tanto riaffiorano con un sorriso mentre sto salendo su un aereo, su una barca, sul parapendio, in bicicletta. Hanno a che fare col movimento, non so perché e non mi interessa indagarne la ragione. Basta che interagiscano con l'immaginazione e rendano alcuni istanti colorati e felici. E' il potere delle parole scritte usate con maestria, quelle che trovi negli scrittori veri".